Nuovo rinforzo per la Polisportiva Favl Cimini che aggiunge un altro pezzo importante alla rosa per la stagione d’Eccellenza 2020-2021. Un’operazione un po’ a sorpresa quella che hanno condotto i due direttori Scarpetta e Capretti i quali sono riusciti ad ottenere il sì di un vecchio pupillo di mister Sergio Oliva: Matteo Palombi. Calciatore di Sutri classe 1993 arriva dopo una lunga militanza nelle fila del Ronciglione United. Due i suoi campionati di Eccellenza all’attivo uno dei quali ad Acquapendente con addirittura sette gol attivo.
“Matteo Palombi  – racconta il diggì Andrea Scarpetta – è un calciatore che io e Severino abbiamo sempre stimato ed apprezzato da avversario. Un giocatore molto duttile che Sergio Oliva conosce benissimo e può ricoprire varie posizioni del campo e può darci una grossa mano durante tutta la stagione. Abbiamo acquistato soprattutto un ragazzo per bene con delle grandi doti umane e che ha disputato il campionato di Eccellenza con ottimi risultati. Siamo veramente contenti che sia arrivato nella Polisportiva Favl Cimini”.

Da terzino a difensore fino a tutti i ruoli del centrocampo ed attaccante esterno, Matteo Palombi è il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero a disposizione: “Ho deciso di sposare la causa Polisportiva perché dopo sei anni avevo voglia di trovare nuovi stimoli. Ronciglione è casa, è fidanzata ed amore. Ringrazio la famiglia Serafinelli e quella Provinciali. La prima mi ha trattato come un figlio. Mi dispiace inoltre non poter lavorare con un uomo di calcio come Del Canuto e con un direttore come Roberto Provinciali. Auguro al mio United che possa raggiungere un grande traguardo. Arrivato a 27 anni mi sentivo però di meritare di più, una nuova sfida. Ho scelto di mettermi in gioco anche perché so di essere un giocatore duttile che gli allenatori moderni amano abbastanza. Voglio mettere me stesso in una società solida con giocatori che hanno fatto categorie importanti e dai quali avrò da imparare tanto. Sarebbe stato troppo facile restare a Ronciglione. Mi ha sorpreso  – conclude Matteo Palombi – la stima del patron Patrizi e dei due direttori. Ritrovo con piacere due persone come Oliva e Moroni i quali hanno fatto tanto per la mia crescita. Con loro ho solo bei ricordi”.
Ufficio Stampa Pfc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo anti-spam inserisci il risultato dell'addizione per pubblicare il tuo commento *