“Sono stati due anni bellissimi ma è arrivata l’ora di provare altre esperienze”.

E’ con questa frase che Stefano Sergi, per due anni alla guida della Juniores Regionale della PMC e da quest’estate, ottenuto il patentino Uefa B, approdato in Prima Squadra in Eccellenza come vice allenatore, saluta la Polisportiva Monti Cimini.

Sergi, ci racconti la sua esperienza in PMC.

“Quella con la PMC è stata un’esperienza bellissima, intensa, soddisfacente, che di certo porterò sempre con me. Due anni in cui abbiamo ottenuto ottimi risultati e durante i quali ho avuto il piacere di conoscere e apprezzare tanti compagni di viaggio eccezionali. Presidenti, dirigenti, collaboratori ma soprattutto ragazzi con cui ho stretto un rapporto che credo rimarrà indissolubile. Tanti amici, uniti dalla passione del calcio, insieme ai quali ho vissuto e condiviso momenti bellissimi”.

Ci spiega il percorso dall’incarico di vice in Prima Squadra alle dimissioni?

L’estate scorsa, nonostante la Società mi avesse comunque confermato alla guida della Juniores, sentivo che per me era arrivato il momento di calarsi nel cosiddetto “calcio dei grandi”.
Quindi, nel ringraziare, ho deciso di non accettare la proposta così come ho fatto con diverse altre Società che nel frattempo mi avevano contattato, sempre per incarichi nel Settore Giovanile.
In seguito è arrivata la chiamata come vice in Prima Squadra e da li ho subito cercato di calarmi in questa nuova esperienza con entusiasmo.
Ma poi purtroppo, nel corso della preparazione, ho capito che quel ruolo non si addiceva al mio carattere e alle mie aspettative e quindi, nel ringraziare tutti, ho deciso di rassegnare le mie dimissioni prima di procedere al tesseramento che mi avrebbe evidentemente precluso altre esperienze.

Vuole ringraziare qualcuno ?

Desidero ringraziare certamente i Presidenti Pecci e Patrizi, con cui ho instaurato un rapporto che forse va oltre il calcio e che si sono sempre dimostrati corretti e disponibili con me, tutti i collaboratori con cui ho condiviso due bellissimi anni di Juniores, la Segreteria, i responsabili, il personale e tutti quelli che, con il loro calore e il loro affetto, mi hanno dato la possibilità di sentirmi come a casa.
Ma in particolar modo il ringraziamento va a tutti i ragazzi che sono stati con me in questi due anni, ragazzi che mi hanno dato tantissimo e a cui spero e credo di aver trasmesso qualcosa che possa venirgli utile in futuro.

E’ un addio o un arrivederci ?

Spero si tratti di un arrivederci, magari a presto.
Sinceramente la PMC mi è entrata nel cuore e quindi un giorno mi farebbe molto piacere rientrare.

E ora, pronto per altre esperienze ?

Prontissimo.
Non sono tesserato e quindi, essendo libero e “arruolabile” al momento sto alla finestra, in attesa di eventuali chiamate da parte di qualche Società che creda in me e che mi possa dare l’opportunità di cimentarmi in qualche categoria con i giusti stimoli.
Ho molta voglia di allenare, di stare sul campo e di provare a ripetere con i grandi quanto di buono è stato fatto in questi anni con i ragazzi.

 

 

2 risposte a “Sergi saluta la PMC: “Pronto per nuove esperienze ma il cuore resta qui””

  1. Paolo scrive:

    Ciao Stefano, Amico mio. Ti auguro di avere le stesse soddisfazioni avute in questi due splendidi anni(conqualche patema in meno,come l’ultimo anno). Un grande abbraccio. Paolo

  2. Marco scrive:

    In bocca al lupo, Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo anti-spam inserisci il risultato dell'addizione per pubblicare il tuo commento *