Un punto che vale oro quello ottenuto da una Polisportiva Monti Cimini in grande emergenza e senza il suo attaccante principe Manuel Vittorini. Senza tre pedine e per venti minuti in dieci uomini per l’espulsione di Prosperi, la squadra di Marco Scorsini ha tirato fuori tutto il suo carattere dimostrando di non essere seconda in classifica per caso. Il tecnico considera questo pareggio pesantissimo: “Punto più importante di questo grande cammino. Abbiamo affrontato una corazzata concedendogli un tiro e mezzo in porta con una squadra in grande emergenza. Ci siamo allenati tutta la settimana in 13-14 ma sapevo che la mia squadra ha sette vite come i gatti, sapevo che siamo duri a morire. Sono orgoglioso di questo gruppo a cui devo fare i miei ringraziamenti ancora una volta. Il mercato ci viene un attimino in soccorso perché siamo pochi pochi”.
Ha fatto un po’ discutere la direzione di gara del signor Igliozzi di Roma. Tanti i cartellini per i giocatori gialloneri che hanno lasciato qualche dubbio a mister Scorsini: “Dispiace come l’arbitro abbia adottato un metro di giudizio diverso. Giuste le nostre ammonizioni ma non sono stati adottati gli stessi provvedimenti dall’altra parte. Prosperi ha fatto un’entrata scomposta ma il rosso è stato troppo ingeneroso. La classifica invariata? Più la guardo e più mi rendo conto che stiamo facendo qualcosa di eccezionale. Coi ragazzi la guardiamo solo a fine partita. Stiamo costruendo un sogno e nessuno ci può vietare di sognare”.
Ufficio Stampa Pmc 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo anti-spam inserisci il risultato dell'addizione per pubblicare il tuo commento *