Gianluca Ciancolini non è un dipendente della Polisportiva Monti Cimini, più semplicemente è “un amico che al momento ha deciso di dare una mano al club”. La precisazione risulta doverosa nel momento in cui organi di informazione non legati al sodalizio cimino, cercando di portare a casa notizie da pubblicare, rischiano seppur in maniera involontaria di far saltare equilibri che nel mondo del calcio, in particolar modo quello dilettantistico, rischiano di vacillare. Come spiega il dirigente della Polisportiva Monti Cimini Arduino Ceccacci “è opportuno fare chiarezza per la professionalità dimostrata in questi ultimi anni da Gianluca Ciancolini sia per la correttezza della Polisportiva Monti Cimini che di certo non inventa storie”. “Il club – prosegue Ceccacci – ha instaurato un rapporto di collaborazione con il tecnico che, in attesa di una ipotetica proposta extra-PMC, collaborerà con Massimo Bertini,  cui stato affidato l’incarico per la guida tecnica degli under 19 regionali”. Ne deriva che le parti potranno rescindere il rapporto in qualsiasi momento. “Così – conclude Ceccacci – qualora l’allenatore Ciancolini ricevesse una richiesta da una qualsiasi società sportiva in grado di soddisfare le sue aspettative sarà libero di poter intraprendere un nuovo percorso; nella stessa maniera la dirigenza della Polisportiva Monti Cimini, qualora modificasse il suo progetto, sarà libera di decidere in piena autonomia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo anti-spam inserisci il risultato dell'addizione per pubblicare il tuo commento *