La quarta sconfitta consecutiva ha acuito il momento difficile in casa Polisportiva Monti Cimini. Il 3-0 subito il casa dell’Ottavia non lascia campo a scusanti. A preoccupare di più gli addetti ai lavori è la testa di una squadra che a Roma non ha reagito alle prime difficoltà: “Abbiamo fatto bene per i primi quaranta minuti – sostiene il diesse Andrea Scarpetta –  e costruito due nitide occasioni col colpo di testa di Piergentili e la traversa di Manuel Vittorini. Poi  sono stati i due gol presi per semplici distrazioni tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa. La nostra partita è finita praticamente lì perché siamo stati incapaci di reagire non riuscendo più a costruire nulla. Ora bisogna fare quadrato e rimettersi in carreggiata e tirarci fuori da questa situazione perché il campionato di Eccellenza non ti perdona”.
Alle dichiarazioni del ds fanno eco quelle di mister Marco Scorsini: “Al secondo gol siamo usciti dal campo. In questo momento siamo fragili di testa ed alla prima difficoltà smettiamo di lottare. Dobbiamo capire che ci sono due gironi, uno di andata ed uno di ritorno totalmente diversi e quello di ritorno lo abbiamo approcciato con una febbre a 40”.
Ufficio Stampa Pmc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo anti-spam inserisci il risultato dell'addizione per pubblicare il tuo commento *