Meno di una settimana all’inizio del campionato. Marco Scorsini tira le somme al termine della fase estiva e alla vigilia del torneo.

Può fare un bilancio del periodo di preparazione per la nuova stagione della squadra?
«Con la gara amichevole contro la Doc Gallese si è concluso il lungo mese di duro lavoro, servito alla squadra per formare il nuovo “gruppo” e per assimilare il nuovo progetto tecnico. Sono soddisfatto della disponibilità dimostratami soprattutto visto i carichi di lavoro; i ragazzi hanno anche affrontato tante amichevoli, tutte con grande attenzione e determinazione».

Luci e ombre. cosa l’ha pienamente soddisfatta e su cosa c’è ancora da lavorare?
«L’aspetto che mi ha fatto più piacere è l’aver scelto, insieme alla società, “uomini” giusti per questa nuova avventura: educati, rispettosi ed entusiasti di questo ambiente. Per il resto è sempre il campo il giudice supremo. È chiaro che ci sarà tanto da lavorare, per migliorare condizione atletica e aspetti tattici, considerando che si tratta di un gruppo nuovo, con ragazzi che si stanno conoscendo ora».

Piergentili capocannoniere estivo. Non è che bisogna cambiargli ruolo e farlo giocare come prima punta?
«Piergentili capocannoniere del momento? Consideriamo che in queste amichevoli ha calciato alcuni rigori. È un calciatore di grandi qualità ed è un ottimo difensore, dovrà essere uno dei nostri baluardi difensivi. E’ certo che se riuscisse a fare anche qualche gol mi reputerei un allenatore fortunato».

Domenica l’esordio in campionato contro il primo avversario ostico di un campionato altrettanto ostico. Qual è il suo fermo immagine sul torneo che sta per cominciare?
«Finalmente dopo tanto lavoro e gare amichevoli, domenica inizierà il campionato, un girone complicatissimo, di grandi valori e con società che hanno investito molto. Esordiremo su un campo difficile, contro un Eretum Monterotondo forte, di qualità, che vorrà partire con il piede giusto. Noi saremo pronti a dar battaglia. Siamo una neopromossa, ma non staremo certo a guardare, daremo tutto, cercando di arrivare il prima possibile all’obiettivo chiesto dalla società, cioè il mantenimento della categoria, cercando il più possibile di regalare soddisfazioni alla nostra società e a tutti i tifosi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo anti-spam inserisci il risultato dell'addizione per pubblicare il tuo commento *